fbpx
Tag: diario di un winelover

Tag: diario di un winelover

La wine conference di Cantine Olivella

LA WINE CONFERENCE DI CANTINE OLIVELLA – L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA AL SERVIZIO DELLA COMUNICAZIONE ENOLOGICA Non è un mistero, come purtroppo tocca costatare, giorno dopo giorno, nel protrarsi di questa drammatica emergenza sanitaria pandemica “covid 19”, che le ripercussioni provocate dalla chiusura imposta nei settori economici più disparati si facciano rilevanti. Al pari di altri settori, […]

Pilzwiderstandfähig, niente paura, nessun incantesimo oscuro: si tratta dei vitigni resistenti

Resistenza, quale parola migliore da utilizzare come incipit del mio articolo… Siamo a luglio, in una Milano boccheggiante e nel bel mezzo dell’ennesimo sciopero generale dei mezzi di trasporto. Nonostante le difficoltà varco la soglia del Vinodromo, in perfetto orario per l’appuntamento precedentemente fissato con una delle aziende più importanti di vini biologici in Italia, […]

Francis Orban – il Recoltant Manipulant della Champagne e la tradizione identitaria del Pinot Meunier  

Francia, regione della Champagne, riva destra della Marna, comune di Leuvrigny: distese immutabili di vigneti sotto un cielo dalle nuvole incombenti di un autunno ormai inoltrato, fascino imperituro di un luogo geografico divenuto meta di pellegrinaggio per tantissimi appassionati di vino, capace tuttavia di regalare differenti identità ampelografiche e realtà produttive, alcune delle quali identificate […]

Ristorante Pompeo Magno – La Rivisitazione in Chiave Gourmet dei Piatti di Epopea romana e le eccellenze del territorio

La storia di Pompei è probabilmente una delle più antiche caratterizzazioni della mitologia antica a noi tramandata, sebbene pochi conoscano quella di un luogo di culto altrettanto antico, probabilmente perché ubicato fuori dalla cerchia urbana – strettamente intesa – della città: il tempio di Dioniso, anch’esso di epoca romana, finito sepolto durante l’eruzione del Vesuvio […]

La visione di Mara Portolano | La tradizione manifatturiera dei guanti e la passione enologica

L’inizio si dipana in un interrogativo: è possibile, nell’epoca attuale della digitalizzazione produttiva e degli algoritmi d’impresa, fissare uno standard metrico di rappresentatività di un prodotto, che ne formalizzi il retaggio qualitativo? A giudicare dall’operato della ditta “Mario Portolano”, quarta generazione di produttori di guanti artigianali con l’avvento della figlia Mara– anno di fondazione 1895, […]