fbpx
Ottava Edizione del Corso di “Wine Business”

Si tratta di un altro importantissimo traguardo raggiunto nel proseguire con continuità sul territorio il percorso di alta formazione scientifica e professionale con lo scopo di valorizzare sempre di più lo straordinario patrimonio vitivinicolo nazionale e locale.

Per chi fosse interessato si può ancora “vivere” l’atmosfera del Corso Wine Business. Iniziano anche le attività outdoor: sabato 15 giugno visita didattica  presso “i Capitani” a Torre le Nocelle (AV), Via Bosco Faiano n. 16, ospiti del patron Ciriaco Cefalo.

Di seguito i contenuti della giornata:

– 11,00: accoglienza sulla “Terrazza sull’Irpinia” con saluti e brindisi di benvenuto
(IRPINIA FALANGHINA DOC CLARUM)

– 11,30: visita del vigneto in Bosco Faiano, corpo centrale dell’azienda, con vigneti di Aglianico e altre varietà, con illustrazione delle tecniche di coltivazione aziendali e approfondimento su “Taurasi Docg” e “Irpinia Campi Taurasini Doc”;

– 12,30: rientro in azienda, visita del museo storico all’interno della vecchia cantina, con illustrazione dell’uso degli utensili della vita contadina
e di veri e propri pezzi di antiquariato enologico e con successiva visita della bottaia e della cantina di produzione, con illustrazione dei vari processi lavorativi.

– 13,30: seminario degustativo dal titolo “SINONIMI DI AGLIANICO”, con degustazione tecnica di tre tipologie di vini da Aglianico:

1. “GUAGLIONE” (giovane e fruttato)
2. “JUMARA” (medio invecchiamento, speziato e raffinato)
3. “TAURASI” (top di gamma, lungo invecchiamento)

Abbinamento a cibi della tradizione contadina:

– primo piatto
– formaggi stagionati
– dessert

Contributo a persona: 20,00 euro.

Per ulteriori informazioni: Ciriaco Cefalo, 335.480975.

Per prenotazioni, da estendere naturalmente a familiari, amici o  colleghi, scrivere direttamente a icapitani@icapitani.com con in cc winebusiness@unisa.it.

Allegra Ammirati

Allegra Ammirati, 30 anni, laureata in lingue e letterature straniere mi sto specializzando in studi internazionali. Da sempre, grazie al lavoro di mia madre, ho coltivato le mie più grandi passioni: il cibo, il vino e la moda. Da qualche anno scrivo per lo storico quotidiano "ROMA".