fbpx
IL RACCONTO DELLO CHEVALIER DELLO CHAMPAGNE NEL CUORE ISPIDO DI NAPOLI
chevalier champagne

Napoli, come raccontato nella più tradizionale narrativa e folklore contemporaneo, è una città dalle mille contraddizioni, in cui spesso per lasciarsi affascinare e irretire dal bello è necessario penetrare le stratificazioni e le propaggini da cui è circondato, non sempre, di primo acchitto, comprensibili e codificabili.

È proprio su quest’archetipo che fiorisce il modus operandi dell’oramai

Cautiero, lo chavalier dello champagne

Io e Nicola Cautiero

affermato Salvatore Cautero, sommelier, “charcutier” (salumiere in lingua francese) e chevalier dello champagne, titolare dell’omonima Enogastronomia Caseari Cautero, sita in Napoli, alla Piazzetta Pontecorvo stand AB.

dunque, non c’è bisogno di tirare in ballo la tradizione mediavele delchampagne napoli
ciclo bretone di Re Artù per tessere le lodi di questo eclettico
quarantenne. Apolide, adottato dalla città di Reims in Francia (ma più ampiamente nell’intera regione della Champagne), e contemporaneamente, in quei – spesso difficili quartieri di Napoli- che sono l’Avvocata e Materdei, luogo in cui sorge la sua enoteca, in via Salvator Rosa, proprio sul crinale che è ridosso di questi due quartieri, che contemporaneamente li divide e li unisce.

 

champagne a napoli

Nonostante la (relativa) ristrettezza degli spazi, la prima impressione, all’ingresso, una volta superata i comodi tavoli esterni, è quella di cordiale ospitalità. A mo dì altare fa capolino l’enorme bancone con all’interno squadernati formaggi di qualità dalle più disparate provenienze italiane e francesi (straordinaria la selezione dei pecorini di Carmasciano, degli erborinati “blu” di pecora, ed infine dei pregiati latticini della costiera Sorrentina) oltre ai raffinati salumi campani ed esteri, tra cui quelli di Faicchio, Toscani, ed infine, iberici ed ungheresi.

Punto forte del locale la straordinaria selezione di Champagne a Napoli,
oltre 150 etichette tra cui millesimati, blanc de noir, vintage, annate rare, con possibilità di mescita al banco, con annesse “note didascaliche” del titolare.

Infine, un’ottima selezione di vini bianchi e rossi (all’ingresso sulla destra) premiati dalle varie riviste di settore e dal Gambero Rosso.

Carlo Straface

Carlo Straface, nato a Napoli il 9 Novembre 1979, avvocato per necessità, giornalista pubblicista per passione, eno-gastronomo per diletto. Assaggiatore di secondo livello presso la Scuola Europea Sommelier, militante degustatore nei luoghi più disparati e reconditi di Napoli, vive a lavora a Napoli, dove girovaga per cinema ed enoteche nel tempo libero.