Alla scoperta della Provenza, tappa enologica a Mandelieu per il “Salon De Vins des Vignerons Indépendants” e poi a Grasse, la capitale del Profumo

Show all

Alla scoperta della Provenza, tappa enologica a Mandelieu per il “Salon De Vins des Vignerons Indépendants” e poi a Grasse, la capitale del Profumo

Provenza

Salon des Vins des Vignerons IndépendantsVi racconto di un viaggio durato quattro giorni e trascorsi in Provenza alla scoperta delle fiere vinicole locali e dei più celebri profumi di Francia. Come sempre quattro amici, una piccola macchina e tanto, tanto entusiasmo.

Cominciamo con la prima fiera, di stampo un po’ più “tradizionale”: siamo a pochi kilometri da Cannes, per l’esattezza a Mandelieu, per il “Salon des Vins des Vignerons Indépendants”, una fiera vitivinicola nata dalla volontà dei vignaioli francesi di perseguire la filosofia dei vini biologici, biodinamici e naturali. Entriamo in fiera intorno alle 13:00 e siamo subito trascinati da un’atmosfera allegra, un po’ concitata e confusionaria (ma mai caotica): ogni stand è una sorpresa e degustiamo piccole perle rosse, bianche e rosate.

Resto, positivamente, colpita dal fatto che la mancata conoscenza della lingua non rappresenti affatto un problema: molti vigneron parlano un po’ di italiano ed alcuni addirittura l’inglese (sic!), in barba ai luoghi comuni sui francesi! Dover raccontare delle etichette che mi hanno più colpito è impresa tutt’altro che facile ma proverò comunque a indicarne tre:


Brut Nature Benoit Cocteaux
, il primo vino assaggiato che, devo dire, si attesta su livelli di eccellenza. Siamo a Montgenost, nel nord della Francia. È uno Champagne molto fine, ottenuto da 100% uve Chardonnay, raccolte rigorosamente a mano e sottoposte a fermentazione malolattica.
Nessun residuo zuccherino percepito, acidità spiccata, sensazione graffiante dovuta al terreno gessoso, note agrumate, insomma, una piacevolezza infinita!
Crémant de Loire, 1500 blanc de blanc, Chateau de Plaisance, blend di Chenin e Chardonnay, una bolla che nulla ha da invidiare a quella dello Champagne, con un tocco però più “cremoso”. Al naso e in bocca si percepisce un tocco floreale di gelsomino e ginestra che rievoca note quasi mielate. Il profumo è schietto e stuzzicante.

Cotes Catalanes IGP, Grenache Gris “Empreinte du Temps”, Domaine Ferrer Ribiere. Per me, la vera rivelazione di questa fiera. Un Grenache vinificato in stile Rancio, nota ossidativa presente ma ben integrata. E anche l’assaggio non delude: grande appealing e bell’equilibrio!
Un po’ obnubilati, ma assolutamente in pace con il mondo, intorno alle 19:00 lasciamo la fiera carichi di nuovi buoni propositi e, ovviamente, di casse di vino e di formaggi locali.

Per concludere, la prima parte del viaggio, sempre accompagnato dai classici profumi che caratterizzato della Provenza, mi sembra doveroso soffermarmi sulla tappa fatta a Grasse, la città emblema del profumo e teatro del celebre libro “Il Profumo” di Süskind. Giunti al piccolo paese, già sappiamo, senza indugio, dove dirigerci: Molinard, infatti, è la casa di assemblaggio di profumo più antica del paese, dove nel lontano 1921 fu prodotto il celebre Habanita.

grasse
È quasi inutile raccontare di come abbiamo scandagliato ogni fragranza, con metodo e pazienza, aiutandoci con chicchi di caffè tra un olfatazione e un’altra, ogni volta che i sensi che ‘il naso’ sembrava ‘accusare’ i primi colpi di stanchezza. Il laboratorio è una miniera di profumi: si va dai fiori (rosa canina, gelsomino, viola, iris, lavanda) alle spezie (cannella, vaniglia, chiodi di garofano, incenso) al sentore “marino” sino ad arrivare alla pietra e alla frutta (arancia, limone, mandarino, frutta esotica).
Che dire della Provenza …Due giorni d’intensa palestra olfattiva che, senza la giusta compagnia, mossa da genuina curiosità e da autentica passione verso il vino, non sarebbero stati la stessa cosa; perché la buona riuscita di un viaggio, prima del luogo, dipende dalle persone che sono con te.

4 Comments

  1. Roberta Longo ha detto:

    Thanks so much for your kind comment! precious encouragements for me! have a nice day !

  2. Riccardo ha detto:

    Merci merci beaucoup pour cet article ! Très professionnel et intéressant ! On attends le prochain !

  3. Its such as you learn my thoughts! You seem to know so much approximately this, like you wrote the e-book in it or
    something. I believe that you can do with a few percent to force the message
    home a bit, however instead of that, that is magnificent blog.
    A great read. I’ll certainly be back.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *