Vincenzo Capuano, il globetrotter della pizza

‘Vivere di pizza è meraviglioso’ questo è lo slogan del giovane pizzaiolo napoletano Vincenzo Capuano, da tutti conosciuto come “capvin”.

Pizzaiolo da tre generazioni, ha imparato l’arte bianca, a Scampia, dal nonno Vincenzo e dal padre Luigi, protagonista della scena milanese.
Grande comunicatore, maestro pizzaiolo pluripremiato, nonostante la sua giovane età diventa ambasciatore della pizza napoletana nel mondo. Catapultato in questa realtà grazie alla vittoria del trofeo Caputo S.T.G. sussegue un’ attesa doppietta con l’Internazional Pizza Expo Las Vegas dove ne esce vincitore. Le soddisfazioni non mancano ad arrivare per “capvin” che vince più di 40 trofei in tutto il mondo portandolo all’apice della pizza mondiale.
La pizza ha cambiato per sempre la vita di Vincenzo Capuano affermando il suo nome,la sua immagine e la sua arte in tutto il mondo.

Dopo il successo del suo locale di Piazza Vittoria, Napoli, il 3 dicembre ha aperto nella più centrale delle strade di Pompei: via Roma 27, tra il Santuario e l’ingresso degli scavi di Pompei, di fianco al portone dello storico ristorante “La Vinicola”.  Il locale, da 80 posti, un tavolo social da 8 e dehors esterno con affaccio sul Santuario, è in perfetto stile Industrial con il minor utilizzo di plastica possibile seguendo le linee guida ecofriendly. Un impasto digeribile e ben lievitato e prodotti di qualità sono sicuramente le carte vincenti di “Capvin”.

Per la sua pizza contemporanea, caratterizzata dal cornicione pronunciato, utilizza la nuova miscela di farine “Nuvola” di Molino Caputo e 36 ore di lievitazione che gli donano una pronunciata alveolatura e una elevata digeribilità.

Per le farciture fa ampio utilizzo di prodotti D.O.P. e I.G.P. e Presidi Slow Food, ad esempio: olive nere di Caiazzo, olio evo Ortice di Benevento, cacio ricotta di capra del Cilento, ed ancora provolone del Monaco DOP, pomodoro San Marzano DOP, mozzarella di bufala DOP.

Piccole curiosità sul menù: oltre alla classica offerta, spiccano le pizza ed il fritto del mese; gli antipasti contemporanei come il crocchè che vede una panatura di mandorle e pane panko o la frittatina saporita con friarielli, salsiccia al finocchietto selezione Bifulco e provola silana. Come dimenticare poi le 7 meraviglie di Vincenzo Capuano, tutte da scoprire!Non mancano le birre artigianali e piccole golosità per chiudere in bellezza.

Una delle vittorie che merita di essere citata è il primo posto del premio “Il Magnifico” come chef dell’olio 2017, che gli da così la possibilità di pubblicare il suo primo libro di cucina. Le tecniche di Vincenzo si migliorano nel tempo mescolando arte, passione e tradizione creando cosi una rete di contatti e di amicizie internazionali.
Una parentesi divertente di questa magnifica avventura fatta di pizze è il Guiness World Record battuto sul Lungomare Caracciolo preparando la pizza più lunga del mondo.
Gira il mondo dall’America alla Francia, dalla Spagna alla Germania, alla fredda Islanda fino alla calda Africa e Giappone, fino al World Trade Center.
Tante sono le apparizioni in tv: Cnn, Cnbc, Rai Uno, Rai Due, Mediaset, Tv200, Rtl, GALILEO Pro Sieben (Germania).
uno degli eventi più importanti di Vincenzo capuano è stato l’expo di milano 2015 dove in sei mesi ha preparata più di 180.000 pizze per i visitatori di tutto il mondo; a questo evento di assoluta importanza per la cucina italiana nel mondo, come ambasciatore mondiale.

Premi

* Campione Mondiale Pizza Napoletana Categoria Rossopomodoro
* Vice Campione del mondo Pizza Napoletana s.t.g.
* Terzo classificato Las vegas Pizza Expo International Region
* Expo Milano 2015, 180.000 pizze fatte in 6 mesi
Allegra Ammirati
Allegra Ammirati
Allegra Ammirati,29 anni, laureata in lingue e letterature straniere mi sto specializzando in studi internazionali. Da sempre, grazie al lavoro di mia madre, ho coltivato le mie più grandi passioni: il cibo, il vino e la moda. Da qualche anno scrivo per lo storico quotidiano "ROMA".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *