Chiaia’s Challenge, il challenge fotografico indetto dagli Igers Napoli in collaborazione con il ristorante Umberto

Chiaia’s Challenge, il challenge fotografico indetto dagli Igers Napoli in collaborazione con il ristorante Umberto

RACCONTIAMO IL QUARTIERE CHIAIA DI NAPOLI SU INSTAGRAM: COME PARTECIPARE AL “CHALLENGE FOTOGRAFICO” DEL RISTORANTE UMBERTO A CURA DEGLI IGERS NAPOLI

La cucina ha tutto un altro sapore se sradicata dal luogo in cui nasce, perché è parte stessa di quel luogo, figlia delle dinamiche popolari che si sono susseguite per anni, giunte a noi e sublimate, oggi, nella parola tradizione.

Proprio da questa riflessione nasce Chiaia’s Challenge, il challenge fotografico indetto dagli Igers Napoli, community partenopea che ha lo scopo di promuovere Napoli, attraverso la mobile photography, che vede protagonista Umberto, il Ristorante storico di Via Alabardieri, noto per la capacità di onorare la tradizione, da oltre cento anni, riuscendo sempre a riflettere la modernità, ma anche per il ruolo che investe in qualità di grande promotore del territorio e aggregatore sociale.

Un mix di tradizione e amore per il territorio veicolato dall’arte fotografica sono il fulcro di questo nuovo progetto degli Igers Napoli, che dedica al quartiere Chiaia, un momento di visibilità a ridosso del Natale, tra le foto ricevute ne saranno scelte nove che verranno esposte all’interno del Ristorante Umberto durante un instameet programmato per il marzo 2019.

 

 

Partecipare è facile: Basta realizzare su Instagram delle foto che ritraggano il quartiere di Chiaia, magari raccontandone i segreti, il challenge è aperto  fino al 28 febbraio 2019.

ATTENZIONE: è necessario taggare gli scatti con #umberto1916 #chiaiaschallenge e citando @igersnapoli e @umberto1916.

Allegra Ammirati
Allegra Ammirati
Allegra Ammirati,29 anni, laureata in lingue e letterature straniere mi sto specializzando in studi internazionali. Da sempre, grazie al lavoro di mia madre, ho coltivato le mie più grandi passioni: il cibo, il vino e la moda. Da qualche anno scrivo per lo storico quotidiano "ROMA".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *